Covered Warrant

 

Caratteristiche

Rientrano nella categoria ACEPI degli “Strumenti a Leva“, nella sottocategoria specifica “Covered Warrant”.

Permettono all’investitore di partecipare ai movimenti di mercato di un’attività finanziaria, sia in ottica rialzista (Covered Warrant Call) che ribassista (Covered Warrant Put), a seconda delle aspettative di mercato.

Sono caratterizzati dall’effetto leva, in quanto il loro prezzo di mercato amplifica le oscillazioni dell’attività finanziaria sottostante. Permettono infatti di prendere posizione su un'attività finanziaria, pagando un prezzo inferiore a quello necessario all’investimento diretto nell'attività finanziaria sottostante stessa.

Sono adatti a investitori dinamici con orizzonte temporale sia di breve che di lungo periodo.

Non presentano Floor, ovvero barriere di protezione al ribasso: l’investitore può incorrere nella perdita totale del capitale investito.

Non presentano Cap, quindi non ci sono limiti ai rendimenti positivi ottenibili dal Covered Warrant.

Non pagano premi intermedi: il rendimento è dato dall’incremento del prezzo del Covered Warrant

Sono prodotti negoziabili su segmento SeDeX di Borsa Italiana. Questo assicura la quotazione in tempo reale, la presenza di un Market Maker che garantisce la liquidità al netto di uno spread Denaro – Lettera durante gli orari di apertura del SeDeX (dalle 09:05 alle 17:30) e la disponibilità presso qualsiasi banca o broker.

 

Funzionamento

I Covered Warrant hanno lo stesso funzionamento di una opzione “standard”. Sono infatti prodotti che conferiscono il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare (Covered Warrant Call) o di vendere (Covered Warrant Put) un’attività finanziaria sottostante ad un determinato prezzo prestabilito (prezzo di esercizio o Strike) entro un periodo prefissato (Covered Warrant di tipo “americano”), oppure alla data di scadenza prefissata (Covered Warrant di tipo “europeo”). L’investitore può anche decidere di non esercitare il diritto e di vendere il prodotto al prezzo di mercato.

Il prezzo di mercato o premio

È il valore a cui viene scambiato il prodotto sul mercato. Essi è pari alla somma del valore intrinseco e de valore temporale:

- il valore intrinseco è il valore positivo che l’investitore riceverebbe in caso di esercizio immediato del Covered Warrant. Questo valore corrisponde alla differenza, se positiva, tra il valore dell’attività finanziaria sottostante e lo Strike (Covered Warrant Call) oppure tra lo Strike e il valore dell’attività finanziaria sottostante (Covered Warrant Put).

- il valore temporale è la possibilità che si verifichino incrementi nel valore dell’attività finanziaria sottostante. Tale valore temporale diminuisce durante la vita del Covered Warrant fino ad annullarsi alla data di scadenza.

Variabili che influiscono sul premio

- Performance dell’attività finanziaria sottostante

L’aumento del prezzo dell’attività finanziaria sottostante ha un effetto positivo sul prezzo di un Covered Warrant Call e uno negativo su un Covered Warrant Put.

L’indicatore di sensibilità che indica quanto varia il prezzo di mercato di un Covered Warrant al variare del prezzo del sottostante è il Delta.

L’indicatore di sensibilità che indica quanto varia il delta, ovvero quanto varia la possibilità che il valore intrinseco sia positivo a scadenza, al variare del prezzo del sottostante è il Gamma.

- Volatilità  

La volatilità è la misurazione dell’intensità delle fluttuazioni dei prezzi di una determinata attività finanziaria sottostante. Esistono due volatilità: una misura storica ed una misura intrinseca, od implicita, che riflette le aspettative del mercato sull’andamento futuro del sottostante. Una maggiore volatilità implicita aumenta la probabilità che il Covered Warrant possa avere un valore intrinseco positivo.
In tal senso, maggiore è la volatilità, maggiore è il prezzo del Covered Warrant, sia Call che Put. Una diminuzione della volatilità dell’attività finanziaria sottostante, ovvero dell’incertezza circa i futuri movimenti del prezzo del sottostante, ha sempre un impatto negativo sul prezzo.

L’indicatore di sensibilità che indica quanto varia il prezzo di mercato di un Covered Warrant al variare della volatilità implicita del sottostante è il Vega.

- Tempo residuo a scadenza  

Il trascorrere del tempo ha un effetto negativo sul prezzo di mercato di un Covered Warrant che vede il suo valore temporale diminuire all’avvicinarsi della scadenza.
Infatti, più diminuisce il tempo residuo a scadenza, minore è la probabilità che il Covered Warrant possa avere un valore intrinseco positivo.
La riduzione del valore temporale non è uniforme nel tempo e tende ad essere più forte man mano che ci si avvicina a scadenza.

L’indicatore di sensibilità che indica quanto varia il prezzo di mercato di un Covered Warrant al ridursi del tempo residuo a scadenza è il Theta.

- Dividendo

Il pagamento di un dividendo non influisce sul prezzo di un Covered Warrant. Le modifiche del dividendo atteso invece hanno un effetto sul prezzo: un maggiore dividendo atteso, riducendo il prezzo del sottostante, ha un effetto positivo sul prezzo di un Covered Warrant Put e un effetto negativo sul prezzo di un Covered Warrant Call.

L’indicatore di sensitività che indica quanto varia il prezzo di mercato di un Covered Warrant al cambiare del dividendo atteso è il Phi.

- Tassi di interesse

L’acquisto di un Covered Warrant Call rappresenta un prestito accordato dal venditore all’acquirente dello stesso, il quale pagherà eventualmente i suoi titoli alla scadenza. Maggiore sarà il tasso di interesse, maggiore sarà pertanto il prezzo del Covered Warrant. Vale la regola opposta con i Covered Warrant Put, per i quali, un aumento dei tassi di interesse potrebbe risultare in una diminuzione del prezzo.

L’indicatore di sensitività che indica quanto varia il prezzo di mercato di un Covered Warrant al cambiare del tesso di interesse di riferimento è il Rho.

 

Utilizzare un Covered Warrant

Vendere un Covered Warrant

L’investitore può acquistare un Covered Warrant al prezzo di mercato o premio e rivenderlo sul mercato in un secondo momento. In questo caso il payoff ottenibile dall’investimento è dato dalla differenza tra il premio a di vendita e il premio di acquisto.

Esercitare un Covered Warrant

Sebbene sia un caso molto raro, e la vendita del prodotto rimanga la maniera più comune per realizzare il suo valore, un investitore può esercitare un Covered Warrant ed ottenere il valore intrinseco. In questo caso il payoff ottenibile dall’investimento è il seguente a seconda della tipologia di Covered Warrant:

"Moneyness" di un Covered Warrant

Le tre situazioni in cui un Covered Warrant può trovarsi e che caratterizzano la sua possibilità di essere esercitato o meno sono le seguenti:

1. In-the-Money

Se il valore corrente del sottostante è superiore/inferiore allo Strike del Covered Warrant Call (inferiore allo Strike del Covered Warrant Put): il prodotto è detto “In-the-Money”. È sufficiente che il Covered Warrant sia In-the-Money per ottenere un profitto? No, il profitto è possibile solo quando il valore intrinseco è maggiore del sottostante di un ammontare tale da essere anche maggiore del premio pagato per acquistare il Covered Warrant.

In sostanza il payoff deve essere positivo.

Esiste quindi un livello di prezzo del sottostante tale per cui il profitto sarà pari a 0, e questo livello è chiamato Break-Even Point.

2. At-the-Money

Se il valore corrente del sottostante è esattamente uguale allo Strike del Covered Warrant, il prodotto è detto “At-the-Money”. Non sarà conveniente esercitarlo e l’investitore può incorrere in una perdita, limitata però al premio pagato per acquistare il Covered Warrant.

In sostanza il payoff deve essere pari a zero.

3. Out-of-the-Money

Se il valore corrente del sottostante è inferiore allo Strike del Covered Warrant Call (superiore allo Strike del Covered Warrant Put), il prodotto è detto “Out-of-the-Money”. Non sarà conveniente esercitarlo e l’investitore può incorrere in una perdita, limitata però al premio pagato per acquistare il Covered Warrant.

In sostanza il payoff deve essere negativo.

Detenzione a scadenza

Un Covered Warrant, prossimo alla scadenza, è caratterizzato dalle seguenti date:

- Ultimo giorno di negoziazione o data di ultimo esercizio , entro la quale il prodotto può essere scambiato o esercitato fino alla chiusura del mercato SeDeX alle 17.30.

- Data di scadenza o data di valutazione, solitamente 2-3 giorni lavorativi dopo l’ultimo giorno di negoziazione, in cui il prodotto scade.

- Data di liquidazione, solitamente 5 giorni lavorativi dopo la data di scadenza, dove l’investitore vedrà corrispondersi quanto dovuto.

In caso l’investitore decidesse di non vendere il proprio Covered Warrant entro la data di ultimo esercizio, si assume l’intero rischio per i giorni fino alla data di scadenza, senza poter vendere lo strumento.

Alla data di valutazione, si prende in considerazione un prezzo di riferimento che può differire a seconda del sottostante:

- Per l’indice FTSE MIB è il valore del FTSEMIBOV o FTSE MIB Open Value

- Per le azioni italiane è il prezzo di chiusura.

Per gli altri sottostanti, potete leggere il prospetto informativo del prodotto o contattarci al numero verde 800 798 693 o per email certificati@vontobel.com.

In caso vi sia un ammontare da liquidare, l’ammontare finale e la data di liquidazione si troveranno nella pagina del prodotto sul sito certificati.vontobel.com.

L’ammontare da liquidare sarà il seguente:

1) Se il prezzo di riferimento dell’attività finanziaria sottostante è superiore/inferiore (Call/Put) allo Strike alla chiusura del mercato alla data di valutazione o data di scadenza (con chiusura di mercato, si intende quella ufficiale dopo l’asta) allora all’investitore verrà corrisposto in automaticamente un certo importo alla data di liquidazione.

L’importo corrisponde alla differenza tra Prezzo di Riferimento a scadenza e Strike, in caso di Covered Warrant Call (differenza tra Strike e Prezzo di Riferimento, in caso di Covered Warrant Put), il tutto diviso per la parità (o moltiplicato per il multiplo, essendo uno l’inverso dell’altro) e diviso per il tasso di cambio (l’importo va convertito dalla valuta del sottostante in quella del prodotto, ovvero in Euro).

2) In caso il prezzo di riferimento sia inferiore/superiore allo Strike alla chiusura del mercato alla data di scadenza (Call/Put), allora all’investitore non verrà corrisposto alcun importo.

Esempio numerico

Per visualizzare degli esempi numerici, invitiamo a leggere la brochure dedicata:

BROCHURE

 

Calcolo della leva e dell’elasticità

L’effetto leva è l’effetto moltiplicativo che consente all’investitore di investire su una determinata attività finanziaria sottostante con una quota di capitale inferiore a quella che sarebbe stata necessaria all’investimento diretto nella stessa.

Gli investitori partecipano quindi in misura più che proporzionale all’andamento dell’attività finanziaria sottostante grazie alla leva.

Si distingue in due variabili:

- Leva Finanziaria  

La leva finanziaria, o Gearing, indica di quante volte il rendimento potenziale in percentuale generato dal Covered Warrant è superiore rispetto all’investimento diretto nell’attività finanziaria sottostante.

Può essere utilizzata come indicatore di rischio: una leva maggiore è assimilabile ad una rischiosità più elevata e ad un rendimento potenziale maggiore.

- Elasticità

L’elasticità esprime in termini percentuali la sensibilità del Covered Warrant rispetto alla variazione dell’attività finanziaria sottostante e fornisce una stima più precisa di quante volte l’investimento nel Covered Warrant risulta più reattivo rispetto all’investimento diretto nell’attività finanziaria sottostante.

L’elasticità permette, inoltre, di confrontare la rischiosità associata a più Covered Warrant. Un’elasticità maggiore indicherà un Covered Warrant potenzialmente più remunerativo, ma anche più rischioso, rispetto ad un Covered Warrant con un’elasticità minore.

 

Trattamento Fiscale

Come tutti i Certificati, sono caratterizzati da efficienza e agevolazione fiscale. I redditi generati dai certificati sono da considerarsi a tutti gli effetti redditi diversi e per questo sottostanno all’applicazione della tassazione del 26% sul Capital Gain (dal 1 luglio 2014 in luogo del precedente 20%) con possibilità di compensazione delle plus e minusvalenze maturate entro il quarto anno antecedente.

 

Vantaggi

- Offrono l’accesso ad un’ampia gamma di sottostanti, da azioni e indici italiani e stranieri a metalli preziosi, materie prime e tassi di interesse.

- Possono essere utilizzati a fini speculativi o di copertura del proprio portafoglio.

- Rispetto ad altri prodotti a Leva, l’assenza di una Knock-Out Barrier permette di ritardare le perdite, che comunque vengono limitate al capitale investito.

- Sono prodotti negoziabili su segmento SeDeX di Borsa Italiana. Questo assicura la quotazione in tempo reale, la presenza di un Market Maker che garantisce la liquidità al netto di uno spread Denaro – Lettera durante gli orari di apertura del SeDeX (dalle 09:05 alle 17:30) e la disponibilità presso qualsiasi banca o broker.

- Permettono di guadagnare non solo dai movimenti del sottostante, ma da diversi fattori tra cui soprattutto l’aumento della volatilità intrinseca.

 

Rischi

- Rischio di mercato: nel caso di andamento dell’attività finanziaria sottostante contrario allo scenario di investimento auspicato, la leva agisce anche in direzione contraria con conseguente perdita parziale o totale del capitale investito.

- Rischio di cambio: l’eventuale valuta diversa dall’Euro in cui potrebbero essere quotati i sottostanti potrebbe modificare il suo valore relativamente all’Euro. Questo potrebbe far differire la performance dei Covered Warrant da quella dei sottostanti, a svantaggio o vantaggio dell’investitore.

- Complessità: i Covered Warrant hanno un prezzo che dipende da diverse variabili complesse che richiedono attenzione e monitoraggio continuo da parte dell’investitore.

- Rischio emittente: l’eventuale impossibilità dell’emittente (Vontobel Financial Products GmbH, garantita da Bank Vontobel AG) di garantire il prodotto potrebbero risultare in una perdita parziale o totale del capitale investito.

- Rischio di liquidità: il Market Maker si impegna a fornire i prezzi subordinatamente a normali condizioni di mercato, senza assumere alcun impegno giuridico nei confronti dell’investitore. In caso di condizioni straordinarie o di mercati estremamente volatili, il Market Maker non fornirà alcun prezzo.

 

Costi

I Covered Warrant non sono soggetti ad alcuna commissione. L’unica voce di costo è rappresentata dallo Spread.

Le variabili che influenzano il valore dello Spread sono le seguenti:

- Liquidità del sottostante: maggiore è la liquidità del sottostante (numero di scambi/capitalizzazione di mercato), minore è lo Spread.

- Volatilità del sottostante: maggiore è la volatilità, maggiore è lo Spread.

- Prezzo in valore assoluto del Covered Warrant: maggiore è il prezzo in valore assoluto, minore è lo Spread.

- Eventi che influenzano il prezzo del sottostante, sia di natura ordinaria che straordinaria: pagamento dei dividendi, mercato di riferimento chiuso in via straordinaria, etc.

Come indicato nel Regolamento SeDeX, scaricabile dal sito di Borsa Italiana al LINK, il market maker è tenuto a garantire dei livelli massimi di spread (diversi a seconda del prezzo) per il 70% od 80 % della giornata di negoziazione (a seconda dello strumento considerato).

 

Differenze con le Opzioni

A livello di funzionamento, un’opzione Call (Put) è completamente assimilabile ad un Covered Warrant Call (Put).

Le differenze sono le seguenti:

I Covered Warrant sono derivati cartolarizzati: titoli che incorporano un’opzione, scambiabili esattamente come un titolo azionario. Sono quindi emessi da una banca o da un’impresa di investimento che è sempre obbligata a vendere o comprare il sottostante dell’operazione.
Le opzioni sono derivati non cartolarizzati, quindi sono un contratto tra due parti.
Conseguentemente il mercato di quotazione dei due strumenti è diverso. Le opzioni sono scambiate sul segmento IDEM di Borsa Italiana mentre i Covered Warrants, al pari di tutti gli altri derivati cartolarizzati, sono scambiati sul segmento SeDeX di Borsa Italiana.

 

Il Filtro Grafico

È il tool offerto da Vontobel per facilitare la ricerca del Covered Warrant più adatto alle proprie esigenze.

Inserisci il sottostante, il livello di Strike e la data di scadenza osservando il grafico dell’andamento del sottostante, ed ottieni la lista di prodotti che rispecchia i tuoi parametri.

 

Altre domande?

Visita la sezione del sito dedicata alle domande frequenti sui Covered Warrant e scarica la brochure dedicata.

Brochure      FAQs - Domande Frequenti

Non trovi risposte alle tue domande? Contattaci telefonicamente o per email. I nostri esperti sono disponibili tutti i giorni di mercato aperto, dalle 08:00 alle 18:00.

Numero verde gratuito: 800 798 693

E-mail: certificati@vontobel.com