Leva Fissa Certificate

 

Caratteristiche

Rientrano nella categoria ACEPI degli “Strumenti a Leva”, nella sottocategoria “Leva Fissa”. Attualmente sono gli unici Certificati a Leva che possiedono una leva fissa e non dinamica.

Offrono la possibilità di sfruttare i trend di mercato, sia al rialzo (Long) sia al ribasso (Short), moltiplicando la performance giornaliera di una determinata attività finanziaria sottostante (tra le diverse asset class troviamo azione, indice azionario, metallo prezioso, tasso di interesse o materia prima) per la leva (da 2 a 7 volte).

Sono pensati per un’operatività di investimento e /o di copertura a breve/brevissimo termine (intraday, ovvero all’interno della singola giornata di negoziazione). Infatti, qualora il prodotto fosse mantenuto in portafoglio oltre il singolo giorno di negoziazione, potrebbero emergere delle differenze tra la performance dell’attività finanziaria sottostante moltiplicata per la leva e la performance effettiva del prodotto come conseguenza del Compounding Effect (effetto dell’interesse composto).

Non presentano Floor, ovvero barriere di protezione al ribasso: se l’indice sottostante si azzera, l’investitore perde l’intero capitale investito.

Non presentano Cap, quindi non ci sono limiti ai rendimenti positivi ottenibili dal Certificate.

Non pagano premi intermedi: il rendimento è dato esclusivamente dall’incremento del prezzo del Certificate. Il payoff è dato quindi dalla differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo di acquisto.

Sono prodotti negoziabili sul segmento SeDeX di Borsa Italiana. Questo assicura la quotazione in tempo reale, la presenza di un Market Maker che garantisce la liquidità al netto di uno Spread Denaro – Lettera durante gli orari di apertura del SeDeX (dalle 09:05 alle 17:30) e la disponibilità presso qualsiasi banca o broker.

 

Funzionamento

Il payoff è il seguente:

Indice a leva

Ad ogni Leva Fissa Certificate corrisponde uno specifico indice a leva. Il prezzo di questo indice a leva replica l’andamento dell’attività finanziaria sottostante moltiplicandolo per la leva, al netto dei costi. Il prezzo dei Leva Fissa Certificate replica il prezzo del relativo indice a leva, al netto dello Spread Denaro – Lettera.

 

Calcolo della performance - Restriking giornaliero

I Leva Fissa Certificate sono soggetti al meccanismo di Restriking giornaliero. Il prezzo di valutazione o Strike, ovvero il valore di riferimento del sottostante, utilizzato come base di calcolo per il valore dell’indice a leva, e quindi del prezzo del Leva Fissa Certificato, è ridefinito su base giornaliera.

Nel caso di azioni o indici azionari il prezzo di valutazione viene calcolato come prezzo di chiusura registrato nella precedente giornata di negoziazione, mentre nel caso di materie prime e metalli preziosi è pari al prezzo rilevato nella fase di fixing della materia prima di riferimento, consultabile alla pagina dedicata.

La performance del prodotto, in ogni momento di ogni giornata di negoziazione, è quindi misurata dalla differenza percentuale tra il valore dell’indice a leva relativo allo Strike del sottostante della giornata di negoziazione precedente e il valore dell’indice a leva nel momento scelto, diminuita dello Spread Denaro – Lettera.

Compounding Effect

Il Compounding Effect è quindi quel fenomeno matematico, dovuto al Restriking giornaliero, per cui la perfomance effettiva del prodotto potrebbe divergere rispetto alla performance dell’attività sottostante moltiplicata per la leva, qualora il prodotto venisse utilizzato per un’operatività multiday (detenuto in portafoglio per diverse giornate di negoziazione).

In base all’andamento del sottostante, per l’investitore si delineano i seguenti scenari:

1) Chiara direzionalità del prezzo del sottostante a favore della direzione del prodotto

In caso il prezzo del sottostante veda susseguirsi delle chiusure in accordo con la direzione del prodotto, il Compounding Effect consente una performance ancor più positiva della performance moltiplicata per la leva.

- Long

- Short

2) Chiara direzionalità del prezzo del sottostante contraria alla direzione del prodotto

In caso il prezzo del sottostante veda susseguirsi delle chiusure contrarie alla direzione del prodotto, il Compounding Effect consente una performance leggermente meno negativa della performance moltiplicata per la leva.

- Long

- Short

3) Andamento laterale del prezzo del sottostante

In caso il sottostante alterni chiusure in positivo e in negativo, il Compounding Effect comporta una performance minore rispetto alla performance moltiplicata per la leva.

- Long

- Short

Dato l’osservarsi in prevalenza di mercati dall’andamento laterale, si nota come sia consuetudine tra i prodotti con Restriking giornaliero il tendere a zero del prezzo nel lungo periodo.

I Leva Fissa Certificate sono quindi pensati per un trading intraday. Possono essere utilizzato per un trading multiday nel solo caso in cui l’investitore riconosca una chiara direzionalità del mercato del sottostante.

Reset Barrier

I Leva Fissa Certificate prevedono un meccanismo di ricalcolo del prezzo di valutazione, per limitare le perdite, in caso di variazioni estreme dell’attività finanziaria sottostante.

Al raggiungimento di una determinata soglia, la Reset Barrier, il prodotto viene sospeso e il prezzo di valutazione viene ridefinito riprendendo il calcolo della performance dell’indice a leva come se fosse iniziata una nuova giornata di negoziazione.

La Reset Barrier non può essere considerata un Floor, ovvero una barriera protettiva. Infatti consente di evitare perdite superiori al capitale investito, ma in caso di scenario sfavorevole l’investitore può comunque perdere l’intero capitale investito.

La Reset Barrier non coincide in alcun modo con la Knock-Out Barrier: non avviene la perdita dell’intero capitale investito al raggiungimento della barriera.

Efficienza

Tutti i prodotti sul segmento SeDeX sono quotati fino alla quarta cifra decimale, dopo la quale il prezzo viene arrotondato.
Questo significa che maggiore è il prezzo di un prodotto, più cifre ci sono su cui osservare le performance e quindi maggiore è la sensibilità anche ai più leggeri movimenti del sottostante.

La tabella qui di seguito mostra, a partire da prodotti con prezzi diversi, come performance più o meno grandi influenzino il prezzo.

Ad esempio, un prodotto con prezzo pari a 0,0001€ vede cambiare il prezzo solo se il sottostante fa una performance pari ad almeno il 10%; mentre un prodotto con prezzo pari ad 1€ vede il prezzo cambiare anche con una performance del sottostante pari a 0,001%.

Bid Only

In caso un Leva Fissa Certificate veda il suo prezzo ridursi fino a tendere a zero, può essere fatta una richiesta a Borsa Italiana di modalità “Bid-Only”, ovvero sarà possibile solo vendere il Certificate per chi ha già assunto posizione e non acquistarlo nuovamente.

 

Dividendi

I Leva Fissa Certificate non fruttano proventi correnti come interessi o dividendi. Il rendimento di un Leva Fissa Certificate dipende unicamente dalla performance registrata dall’attività finanziaria sottostante.

Nell’eventualità di distribuzione dei dividendi, il giorno di stacco della cedola, viene rettificato il prezzo dell’attività finanziaria sottostante di chiusura della seduta di negoziazione precedente.

La performance dell’Indice a Leva del giorno di stacco della cedola è la differenza tra il prezzo di valutazione della giornata precedente e il prezzo calcolato in maniera continuativa, entrambi ex dividendo.

In questo modo la distribuzione dei dividendi non ha alcun effetto sulla performance giornaliera dell’indice a leva, e quindi sulla performance del Leva Fissa Certificate.

Esempio numerico

Il titolo A è quotato 13,30 alla chiusura di Borsa Italiana delle 17.30 di venerdì.
Lunedì il titolo A stacca un dividendo straordinario pari a 1,30.
Il titolo scambia a 12,10 il lunedì alle 11:00.

Il dividendo, al netto della tassazione, verrà scontato dalla chiusura di venerdì. Assumendo un tax factor pari a 0 per fini esemplificativi, il valore di riferimento del titolo per la giornata di lunedì sarà pari a 12,00.

La performance di un Leva Fissa Long con sottostante il titolo A alle 11:00 di lunedì sarà quindi positiva e pari al 5%, mentre un Leva Fissa Short sul titolo A sarà negativa e pari a -5%.

 

Trattamento Fiscale

Come tutti i Certificati, sono caratterizzati da efficienza e agevolazione fiscale. I redditi generati dai certificati sono da considerarsi a tutti gli effetti redditi diversi e per questo sottostanno all’applicazione della tassazione del 26% sul Capital Gain (dal 1 luglio 2014 in luogo del precedente 20%) con possibilità di compensazione delle plus e minusvalenze maturate entro il quarto anno antecedente.

 

Vantaggi

- Permettono di moltiplicare le performance del sottostante per una leva che rimane fissa per l’intera vita del prodotto.

- Offrono l’accesso ad un’ampia gamma di sottostanti, infatti tra le varie asset class troviamo azioni e indici italiani e stranieri, metalli preziosi, materie prime e tassi di interesse.

- Possono essere utilizzati a fini speculativi o di copertura del proprio portafoglio.

- Sono prodotti semplici. L’unico fattore che determina il prezzo è l’andamento dell’attività finanziaria sottostante.

- Rispetto ad altri prodotti a leva, l’assenza di un Knock-Out Barrier e la presenza di una Reset Barrier permette di ritardare le perdite, che comunque vengono limitate al solo capitale investito.

- Sono prodotti negoziabili su segmento SeDeX di Borsa Italiana. Questo assicura la quotazione in tempo reale, la presenza di un Market Maker che garantisce la liquidità al netto di uno Spread Denaro – Lettera durante gli orari di apertura del SeDeX (dalle 09:05 alle 17:30) e la disponibilità presso qualsiasi banca o broker.

 

Rischi

- Rischio di mercato: nel caso di andamento dell’attività finanziaria sottostante contrario allo scenario di investimento auspicato, la leva agisce anche in direzione contraria con conseguente perdita parziale o totale del capitale investito.

- Rischio di cambio: l’eventuale valuta diversa dall’Euro in cui potrebbero essere quotati gli indici a leva potrebbe modificare il suo valore relativamente all’Euro. Questo potrebbe far differire la performance dei Leva Fissa Certificate da quella dei relativi indici a leva, a svantaggio o vantaggio dell’investitore.

- Rischio emittente: l’eventuale impossibilità dell’emittente (Vontobel Financial Products GmbH, garantita da Bank Vontobel AG) di garantire i prodotti potrebbe risultare in una perdita parziale o totale del capitale investito.

- Rischio di liquidità: il Market Maker si impegna a fornire i prezzi subordinatamente a normali condizioni di mercato, senza assumere alcun impegno giuridico nei confronti dell’investitore. In caso di condizioni straordinarie o di mercati estremamente volatili, il Market Maker non fornirà alcun prezzo.

 

Costi

Il prezzo Lettera che il cliente vede sul sito internet riflette ogni costo e commissione. Le voci di costo che vengono però pagate sono le seguenti:

1) Commissioni

Le tre tipologie di commissioni che influenzano il valore di un Leva Fissa Certificate sono già incluse nel calcolo del valore del relativo indice a leva.

Le prime due sono dovute alla “componente di finanziamento”, che riflette i costi che l’investitore avrebbe sopportato investendo direttamente nell’attività finanziaria sottostante. Queste due voci della componente di finanziamento si riflettono sul prezzo del prodotto riducendo lievemente la leva.

1a) EONIA

questo tasso d’interesse rappresenta una media ponderata di tutti i tassi di interesse overnight utilizzati per prestiti sul mercato interbancario. Viene calcolata dalla Banca Centrale Europa con un meccanismo actual/360.

1b) Spread di Finanziamento

questo tasso rappresenta, in forma di premio sul tasso di interesse sopra citato, il costo di finanziamento che un investitore sopporterebbe in caso uno strumento di tipo Long venisse acquistato a debito.

In sostanza, queste due voci di costo hanno per effetto la riduzione del valore degli indici a leva Long e quindi la riduzione del prezzo dei Leva Fissa Long. Al contrario, si traducono generalmente in un aumento del valore degli indici a leva Short e, di conseguenza, in un aumento del prezzo del Leva Fissa Short.

Esempio numerico

Assumendo:
- Spread di Finanziamento pari a 0,4% annuo.
- EONIA pari a 0.003% annuo.
- Meccanismo di calcolo a 360 giorni per anno

Tenendo conto di una leva pari a 7, la Componente di Finanziamento è pari a ( 0,4% + 0,003% ) x 7 / 360 = 0,00672% al giorno.

Ciò significa che un investitore ha un costo in caso di strumento Long ed un ricavo in caso di strumento Short pari a 6 centesimi ogni 1000 EUR dovuti alla componente di finanziamento.

1c) Index Fee

La terza voce di costo della tipologia commissioni è l’ammontare dovuto per il calcolo e l’amministrazione dell’indice sottostante. Essa rappresenta un costo per ogni Leva Fissa Certificate acquistato.

La formula intera per il calcolo delle commissioni e le singole voci di commissioni si possono trovare “index details” o alla pagina Indices.vontobel.com

2) Spread

Le variabili che influenzano il valore dello spread sono le seguenti:

- Liquidità del sottostante: maggiore è la liquidità del sottostante (numero di scambi/capitalizzazione di mercato), minore è lo spread.
-Volatilità del sottostante: maggiore è la volatilità, maggiore è lo spread.
- Prezzo in valore assoluto del Certificato: maggiore è il prezzo in valore assoluto, minore è lo spread.
- Eventi che influenzano il prezzo del sottostante, sia di natura ordinaria che straordinaria: pagamento dei dividendi, mercato di riferimento chiuso in via straordinaria, etc.

Come indicato nel Regolamento SeDeX, scaricabile dal sito di Borsa Italiana, il market maker è tenuto a garantire dei livelli massimi di spread (diversi a seconda del prezzo) per il 70% od 80% della giornata di negoziazione (a seconda dello strumento considerato ).

 

Differenze con i Turbo Certificate

I Turbo Certificate rientrano nella categoria ACEPI degli “Strumenti a Leva“, ma, diversamente dai Leva Fissa Certificate, rientrano nella sottocategoria “Leva Dinamica”.

Le principali differenze sono le seguenti:

- Il Leva Fissa Certificate è soggetto a Restriking giornaliero, mentre per un Turbo Certificate lo Strike è fissato al momento dell’emissione e valido per l’intera vita dello strumento. In questo caso è possibile utilizzare il prodotto nel multiday, con un orizzonte temporale di medio-lungo periodo, senza incorrere nel Compounding Effect.

- Il Turbo Certificate possiede una Knock-Out Barrier, superata la quale il prodotto scade prematuramente e perde tutto il suo valore. Il prezzo del prodotto sarà quindi funzione non solo dell’andamento del sottostante, ma anche della volatilità.

- La leva di un Leva Fissa è costante per qualsiasi livello di prezzo, mentre per un Turbo Certificate la leva è dinamica, e sarà maggiore più il prezzo del prodotto è vicino all’evento Knock-Out.

 

Differenze con i Mini Future Certificate

I Mini Future Certificate rientrano nella categoria ACEPI degli “Strumenti a Leva“, ma, diversamente dai Leva Fissa Certificate, rientrano nella sottocategoria “Leva Dinamica”.

Le principali differenze sono le seguenti:

- Il Mini Future Certificate possiede una Knock-Out Barrier, superata la quale il prodotto scade prematuramente e perde tutto il suo valore. Il prezzo del prodotto sarà quindi funzione non solo dell’andamento del sottostante, ma anche della volatilità.

- La leva di un Leva Fissa è costante per qualsiasi livello di prezzo, mentre per un Turbo Certificate la leva è dinamica, e sarà maggiore più il prezzo del prodotto è vicino all’evento Knock-Out.

- Il prodotto può essere utilizzato nel multiday, con un orizzonte temporale di medio-lungo periodo.

 

Differenze con i Covered Warrant

I Covered Warrant rientrano nella categoria ACEPI degli “Strumenti a Leva”, ma, diversamente dai Leva Fissa Certificate, rientrano nella sottocategoria specifica “Covered Warrant” ma la leva è di tipo dinamico.

Dal punto di vista del funzionamento i Covered Warrant sono simili alle opzioni, quindi il prezzo è influenzato non solo dall’andamento del sottostante, ma anche dalla volatilità, dal tasso di interesse e dallo scorrere del tempo.

L’assenza di un meccanismo di Restriking permette di utilizzare un Covered Warrant nel multiday senza incorrere nel Compouding Effect.

 

Simulatore del Leva Fissa Certificate e Matrice a Leva

Sono i due tool offerti da Vontobel per aiutarti nella tua selezione del prodotto a Leva Fissa.

- Con la Matrice a Leva, seleziona la posizione Long o Short e gira l’amplificatore sul livello della leva desiderata. La tabella si aggiorna automaticamente in base alla tua selezione. Con la Matrice Leva potrai accedere direttamente a tutte le informazioni legate al prodotto cliccando sul codice di negoziazione di tuo interesse.

- Con il Simulatore a Leva puoi proiettare l'andamento del prezzo del Leva Fissa Certificate in base ai vari scenari di mercato.

 

Altre domande?

Visita la sezione del sito dedicata alle domande frequenti sui Covered Warrant e scarica la brochure dedicata.

Brochure      FAQs - Domande Frequenti

Non trovi risposte alle tue domande? Contattaci telefonicamente o per email. I nostri esperti sono disponibili tutti i giorni di mercato aperto, dalle 08:00 alle 18:00.

Numero verde gratuito: 800 798 693

E-mail: certificati@vontobel.com