Rame: importante deficit di mercato

Rame: importante deficit di mercato

mercoledì 27 febbraio 2019

Gli osservatori del mercato presuppongono che il prezzo del rame continuerà ad aumentare quest'anno e il prossimo. Nonostante la recessione economica, la domanda di metallo rosso dovrebbe rimanere robusta. Reuters prevede per l'anno in corso un notevole deficit sul mercato del rame raffinato.

Rame: importante deficit di mercato

Per la prima volta dall'inizio di luglio dello scorso anno, il prezzo di una tonnellata di rame è salito di nuovo oltre i 6.500 dollari USA questa settimana*. Il pessimismo esasperato alla fine dello scorso anno ha lasciato il posto all'ottimismo sulla Cina. “Non c'è da stupirsi - ha commentato Commerzbank - dal momento che la Cina ha deciso di adottare massicce misure di sostegno fiscale e monetario in risposta alla debolezza economica. La forza della valuta cinese potrebbe anche aver sostenuto le importazioni di rame in Cina e l'aumento dei prezzi del dollaro USA”.

 

COPPER (Troy Ounce) - 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

Gli osservatori del mercato presuppongono che il prezzo del rame continuerà ad aumentare quest'anno e il prossimo. Nonostante la recessione economica, la domanda di metallo rosso dovrebbe rimanere robusta. Reuters prevede per l'anno in corso un notevole deficit sul mercato del rame raffinato.

L'agenzia ha pubblicato un sondaggio sul prezzo del rame nel mese di gennaio. Gli esperti intervistati prevedono un prezzo medio del rame di 6.307 dollari USA per tonnellata nel 2019 e 6.709 dollari USA per tonnellata nel 2020. Allo stesso tempo, i partecipanti ipotizzano un deficit medio sul mercato del rame raffinato di 64.000 tonnellate per il 2019 e 114.000 tonnellate per il 2020.

Petrolio: taglio della produzione OPEC+ più forte dell’aumento della produzione statunitense

Dopo l'equilibrio della settimana scorsa, i prezzi del petrolio hanno perso di nuovo il controllo all'inizio della settimana. Il prezzo del Brent è sceso sotto i 65 dollari al barile dopo il prezzo di giovedì scorso di 67,70 dollari al barile*. Notizie positive sul conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina avevano inizialmente sostenuto i prezzi del petrolio greggio.

 

BRENT CRUDE OIL - 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

Un tweet del presidente degli Stati Uniti Trump, tuttavia, ha poi portato il sentiment sul mercato del petrolio a ribaltarsi. "I prezzi del petrolio stanno aumentando troppo", ha scritto lunedì su Twitter, esortando il cartello petrolifero OPEC alla moderazione. "Il mondo non può far fronte ad un aumento dei prezzi".

Prima delle dichiarazioni di Trump, il prezzo del petrolio era rimasto a un livello elevato, appena al di sotto di un massimo di tre mesi. Dal punto di vista di Commerzbank, il forte aumento dei prezzi nelle ultime settimane è dovuto principalmente alla limitazione della produzione OPEC+. Soprattutto grazie ai tagli più consistenti dell'Arabia Saudita è stato possibile convincere gli operatori del mercato riguardo la determinazione dell'alleanza OPEC+ a riportare in equilibrio il mercato petrolifero. Tuttavia, il prezzo del petrolio era già aumentato troppo.

Secondo la banca statunitense Goldman Sachs, tuttavia, i prezzi dovrebbero continuare a salire nei prossimi mesi e raggiungere un livello di prezzo di 70-75 dollari al barile per la varietà del Mare del Nord Brent, secondo uno studio pubblicato lunedì. Secondo gli analisti statunitensi, il taglio della produzione OPEC+ è più forte dell'aumento della produzione da parte dei produttori americani.

Anche la produzione venezuelana è destinata a diminuire ulteriormente nei prossimi mesi. Tuttavia, è improbabile che l'aumento dei prezzi duri. Per la fine dell'anno Goldman Sachs ha confermato la previsione di prezzo di circa 60 dollari per un barile di Brent.

 

Oro: Tensioni geopolitiche e incertezza tra i fattori di supporto al prezzo

Da inizio anno il prezzo dell'oro non è salito così rapidamente come il prezzo del petrolio. Dall'inizio di gennaio, il prezzo del metallo prezioso è aumentato di quasi il cinque per cento. Tuttavia, la ripresa è iniziata già a metà dello scorso anno, quando i mercati azionari hanno cominciato a diventare più turbolenti. La paura è cresciuta sulle prospettive economiche globali, in un clima di incertezza sui negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina.

 

GOLD (troy ounce) - 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

L'oro quale presunto "bene sicuro" per il denaro degli investitori è stato improvvisamente di nuovo richiesto. Ci sono alcuni aspetti che dovrebbero sostenere il prezzo dell'oro nel prossimo futuro. La guerra commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina e l'Unione Europea ha finora causato una persistente incertezza sui mercati finanziari.

Dal punto di vista della Commerzbank, tuttavia, una soluzione alla guerra tariffaria tra Stati Uniti e Cina darebbe un ulteriore impulso al metallo prezioso. Lo scorso anno, il conflitto commerciale per l'apprezzamento del dollaro USA e il deprezzamento del renminbi cinese erano stati un fattore negativo per il prezzo dell'oro.

Recentemente, anche la Fed statunitense ha incoraggiato la ripresa dell'oro. L'economia mondiale mostra segni di debolezza, che a loro volta suggeriscono bassi tassi di interesse, rendendo più attraenti gli investimenti in oro. Gli acquisti da parte degli investitori di ETF stanno stabilizzando il prezzo dell'oro al di sopra dei 1.320 dollari per Troy Ounce. Hanno comprato 70 tonnellate d'oro solo nel mese di gennaio.

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P. 

24/01/2021 11:14:08

 

Aggiungi un commento

 

  

 

  

 

* Riempire I campi obbligatori