ENI: il mercato si attende un trimestre debole

ENI: il mercato si attende un trimestre debole

lunedì 21 ottobre 2019 da FOL

Gli analisti si attendono un terzo trimestre 2019 debole per ENI. Il colosso italiano del petrolio, che pubblicherà i conti il 25 ottobre, sta attraversando una congiuntura sfavorevole legata al settore di appartenenza. Da inizio anno il titolo segna una crescita pari a zero, sottoperformando abbondantemente il FTSE MIB.

Quadro grafico incerto dopo il rimbalzo

Il colpevole? Ancora una volta sono i grafici a parlare. Il titolo della big del petrolio continua a seguire le oscillazioni della materia prima. Il 2019 non ha fatto eccezione e ad aprile, quando il petrolio ha raggiunto il massimo relativo, il titolo ha virato al ribasso con la materia prima. E proprio la debolezza dell’oro nero a/a che, secondo le attese del mercato, dovrebbe far chiudere un quarter con conti in calo ad ENI. In particolare, il prezzo del petrolio ha perso circa il 18% a/a*. Non solo, anche la divisione Gas and Power dovrebbe registrare un terzo trimestre debole in scia al calo dei prezzi del gas. A compensare solo parzialmente queste dinamiche dovrebbe essere da un lato la produzione, attesa in aumento per l’avvio quest’anno di diversi campi d’estrazione e per il rump up di quelli avviati negli anni precedenti, e dall’altra la rivalutazione del dollaro di circa il 5%* sull’euro a/a. Inoltre, anche la divisione Refining & Marketing dovrebbe beneficiare in termini di margini dal calo del petrolio. Divisione però che pesa sull’EBIT del gruppo solo per il 10%*. In tale scenario, gli analisti stimano per il terzo trimestre 2019 un Ebit Adjusted pari a 2 miliardi (-38%* a/a), mentre l’Utile Adjusted dovrebbe essere pari a 0,76 miliardi*, in calo del 45%*. Gli analisti comunque rimangono positivi sul titolo: 19* suggeriscono Buy, 10* Hold e 3* analisti consigliano Sell. Il target price è di 16,86 euro*, con un rendimento potenziale del 22%*. Infine, sui multipli, ENI vede EV/EBITDA 2019 e 2020, rispettivamente a 3,6 e 3,4 volte*, a sconto sui peer.

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P.

 

ANALISI TECNICA

ENI - 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

Quadro grafico incerto per ENI che, dopo lo scivolone di agosto, ha avviato il rimbalzo tornando nei pressi dei 14 euro*. Le ultime sedute però sono entrate in una fase laterale di breve, senza prendere una direzione precisa. Il mercato infatti è ormai focalizzato sui conti trimestrali, che potrebbero fungere da market mover per il titolo. Lo si vede anche dai volumi bassi e dall'RSI che rimane sul livello intermedio del 50. In tale scenario dunque non si possono escludere ulteriori cali. Una rottura in chiusura dei 13,72 euro* aprirebbe a ribassi verso 13,42* e 13 euro*, supporto chiave per il titolo. Al rialzo invece o si attende il superamento dei 14,2 euro*, con target a 14,4 e 15 euro*, oppure l’eventuale test del supporto a 13,42 euro*. In tal caso però bisognerà monitorare bene la volatilità generata sul ribasso precedente.

ENI - 1 anno

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

 

ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI
13,87 13,78 13,71 49,33 -8,58

 

 

NON PERDERTI L'IDEA DI INVESTIMENTO! PER ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTER


CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

10/12/2019 04.22.53

 

Aggiungi un commento

 

  

 

  

 

* Riempire I campi obbligatori