TESLA: A portata di mano i massimi storici

TESLA: A portata di mano i massimi storici

venerdì 1 novembre 2019 da FOL

Tesla è così, un titolo molto volatile e spesso nervoso. Difficile da gestire ma che può dare grandi soddisfazioni. Quanto detto ha trovato conferma anche recentemente. I conti trimestrali infatti hanno provocato una fiammata dei prezzi tale da permettere al titolo di infrangere diverse resistenze tutte d’un colpo, ed in particolare quella dei 300 dollari*.

Supera i 300 dollari in break away gap

Ricordiamo però che il titolo, rispetto agli altri i-Tech, non ha brillato in questi primi 9 mesi del 2019, ma forse qualcosa sta cambiando o così almeno sembra suggerire il mercato. Gli operatori infatti si attendeva conti ben più deboli per il terzo trimestre 2019 e invece, il gruppo guidato da Elon Musk, ha saputo stupire battendo il consensus. In particolare, gli analisti si aspettavano un terzo trimestre con aggregati economici in calo su base annua e soprattutto una perdita netta non tanto lontana da quella archiviata nel secondo e terzo quarter dell’anno. Effettivamente, ricavi ed EBITDA si sono attestati in calo, rispettivamente a 6,3 miliardi* (-8% a/a) e 876 milioni* (-7% a/a), mentre la redditività al 13,9%* è rimasta sui livelli del pari periodo del 2018. Quello che però ha sorpreso tutti è stato l’utile adjusted che, raggiungendo i 143 milioni* (EPS a 0,80*), ha battuto le attese ferme ad un rosso di 234,4 milioni*. Anche la guidance annunciata dal management per il quarto trimestre ha contribuito al risultato borsistico. Il management infatti si è detto molto fiducioso nella sua capacità di consegnare più di 360.000 veicoli* nel 2019, il che significa che dovrà garantire almeno 105.000 consegne nel quarto trimestre dell’anno. Gli analisti sono però ancora cauti sul titolo. Infatti, di 37 analisti che seguono Tesla (Fonte: Bloomberg), 12 consigliano il buy e 10 l’hold. Ben 15 analisti però rimangono sell sul titolo. E questo proprio per le difficoltà della società a generare utili in maniera costante.

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P.

 

ANALISI TECNICA

TESLA- 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

Prova di forza da parte del titolo Tesla che in break away gap infrange i 300 dollari*, mettendo così nel mirino i massimi storici a 389,6 dollari*. Il grafico del prezzo evidenzia infatti forti volumi nelle sedute del 24 e 25 ottobre a sottolineare il sentiment particolarmente favorevole al titolo. Così anche RSI che segna un fortissimo ipercomprato. Detto questo però, il doji del 28 ottobre unito al livello di eccesso sull’oscillatore potrebbe far scattere prese di profitto di breve sul titolo. Dinamica che si verificherebbe con la discesa sotto il livello del 70 dell’oscillatore. In tal caso, possibile un pull back verso 300 dollari*, un supporto particolarmente importante per Tesla e da cui i prezzi potrebbero ripartire al rialzo, con i target su citati. Se invece il mercato dovesse avviare una fase di correzione nelle prossime sedute, il titolo potrebbe persino andare a chiudere il gap up, pur non cambiando il quadro positivo. Il cambio di sentiment si avrebbe invece con il break dei 248 dollari*, supporto chiave.

ENI - 1 anno

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

 

ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI
311,19 305,28 244,27 74,89 28,75

 

 

NON PERDERTI L'IDEA DI INVESTIMENTO! PER ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTER


CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

09/12/2019 03.19.18

 

Aggiungi un commento

 

  

 

  

 

* Riempire I campi obbligatori