Banche accusano il colpo dopo meeting BCE

Banche accusano il colpo dopo meeting BCE

martedì 12 marzo 2019

Anche l’EURO STOXX Banks è stato protagonista in questo inizio 2019 di un rimbalzo che gli ha permesso di guadagnare circa il 6%*. La performance è stata principalmente legata al fatto che il listino dei finanziari europei, tra cui troviamo anche 6 tra le principali banche italiane, ha beneficiato delle attese per il TLTRO.

Torna sulla parte bassa del canale rialzista

Le voci sul lancio di un nuovo programma di finanziamento a tassi agevolati per il comparto bancario erano infatti già cominciate a circolare da gennaio 2019 e si erano rafforzate dopo le dichiarazioni di alcuni esponenti importanti della BCE. Voci che sono state poi confermate giovedì scorso da Draghi. L’Eurotower ha infatti annunciato che, da settembre di quest’anno a marzo 2021, sarà lanciata una nuova serie di operazioni trimestrali di rifinanziamento a lungo termine. Draghi inoltre ha deciso che i tassi d’interesse rimarranno fermi almeno fino all’estate 2019, e in ogni caso finché sarà necessario per stabilizzare l’inflazione su livelli prossimi al 2%*. Questa notizia non è stata però ben digerita dai titoli del comparto bancario. Un rialzo dei tassi infatti favorisce le banche in termini di margine d’interesse. Questo perché lo spread tra i tassi attivi, applicati sui finanziamenti concessi alla clientela, e quelli passivi corrisposti sulla raccolta si allarga a favore dei ricavi delle banche. In questo senso possiamo dire che, almeno per il comparto bancario, le decisioni della BCE sono state fin troppo colomba. Negativo inoltre anche il taglio BCE sulle stime di crescita dell‘Eurozona. Da notare infine che tra le 5 migliori performance YTD dell’EURO STOXX Banks, il primo e il secondo posto sono di FinecoBank (+27%*) e Mediobanca (+20%*).

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P.

 

ANALISI TECNICA

 

EURO STOXX BANKS - 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

Il quadro grafico dell’EURO STOXX Banks è piuttosto chiaro. L’indice europeo infatti a fine dicembre ha tentato di invertire il trend ribassista di lungo periodo avviato a gennaio 2018 e ben descritto dalla trend line discendente disegnata dai massimi del gennaio e maggio 2018. Tale rimbalzo è inserito in un canale rialzista di breve periodo, ottenuto congiungendo i minimi del 27 dicembre 2018 e 8 febbraio 2019 con i massimi del 25 gennaio e 28 febbraio 2019. In tale scenario, l’eventuale break della parte bassa del canale (in area 90 punti) darebbe un segnale fortemente negativo. Inoltre, sarà importante osservare anche RSI a conferma del movimento dei prezzi. Se RSI dovesse rompere la trend line rialzista allora il segnale di debolezza sarebbe molto più forte, con supporti a 88 e 85 punti*. Al rialzo, un eventuale rimbalzo sulla parte bassa del canale darebbe spunti rialzisti di breve verso la parte alta dello stesso. Il break di 100 punti* invece (dove passa anche la media mobile 200 periodi) aprirebbe verso 102 e 107 punti*.

 

EURO STOXX BANKS - 1 anno

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

 

ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI
93,93 95,43 92,33 44,14 -38,84

 

NON PERDERTI L'IDEA DI INVESTIMENTO! PER ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTER


CLICCA QUI PER ISCRIVERTI


19/05/2019 12.56.48

 

Aggiungi un commento

 

  

 

  

 

* Riempire I campi obbligatori