Mercati accesi da fiammata petrolio e attesa trimestrali

Mercati accesi da fiammata petrolio e attesa trimestrali

giovedì 25 aprile 2019

Le borse europee hanno chiuso la scorsa settimana con un giorno di anticipo per le festività di Pasqua mantenendo il tono positivo visto nelle ultime ottave, nonostante le indicazioni poco brillanti sulle prospettive economiche giunte dagli indici PMI su manifattura e servizi.

MERCATI IN CIFRE 

Tutti i listini dell’Eurozona hanno chiuso in rialzo, ad eccezione del FTSE MIB su cui ha pesato la performance negativa dei titoli finanziari. Nonostante ciò, la borsa italiana è riuscita ad archiviare la sesta settimana consecutiva in rialzo portandosi sui massimi da agosto dello scorso anno. Nel rientro dalle ferie pasquali, a muovere i mercati è stata la notizia che l’amministrazione Trump non rinnoverà le esenzioni dalle sanzioni americane ai danni dell’Iran. Mossa che mira a bloccare completamente le esportazioni di greggio da Teheran a partire dal prossimo due maggio e che colpisce soprattutto alcuni paesi asiatici tra cui Cina, India, Giappone e Corea del Sud. La notizia ha scatenato un ritorno dei timori sull’offerta e portato il Brent al massimo da 6 mesi. Gli investitori attendono inoltre la valanga di trimestrali in arrivo dall'Europa, da Piazza Affari e da Wall Street. Un calendario fitto soprattutto Oltreoceano con i risultati finanziari di più di 140 società quotate sull'indice S&P 500, tra cui quelli di Procter & Gamble, Verizon, Lockheed Martin, eBay, Tesla Motors e dei giganti tech come Amazon, Facebook, Twitter e Microsoft dopo le eccezionali performance da inizio anno. Sul fronte Brexit, riprendono i colloqui tra i conservatori della Premier Theresa May ed i laburisti. Se un accordo non sarà trovato preferibilmente questa settimana e comunque prima delle elezioni europee (23-26 maggio), la May potrebbe essere forzata a dimettersi. Si ricorda infine che la data limite per l’uscita del Regno Unito dall’Ue è stata spostata al 31 ottobre prossimo.

*Fonte dati:

Bloomberg Finance L.P. 

 

 

AGENDA MACRO

Data
Appuntamenti in calendario
Giovedì 25/04 Dagli USA arriva il dato preliminare di marzo sugli ordini di beni durevoli, le nuove richieste settimanali di sussidi di disoccupazione e l’attività manifatturiera della Fed di Kansas del mese di aprile.
Venerdì 26/04 In calendario il tasso di disoccupazione, la produzione industriale e le vendite al dettaglio di marzo in Giappone. Esce la fiducia dei consumatori di aprile della Francia e la prima stima del PIL annualizzato USA del primo trimestre 2019.
Martedì 29/04 Escono i prezzi al consumo di marzo in Italia e la fiducia dei consumatori di aprile dell’Eurozona. Dagli USA in uscita l’indice dei principali prezzi di spesa per consumi e l’indice prezzi spese personali principali di marzo.

 

ANALISI TECNICA FTSE MIB

FTSE MIB - Performance a 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

 

L’indice italiano prende una pausa dopo il test della resistenza statica chiave dei 22.000 punti*. Chiave anche perché a 22.000 punti* si trova anche il ritracciamento di Fibonacci del 61,8% di tutto il down trend avviato da maggio 2018. In caso di break di tale livello l’indice potrebbe proseguire fino ai massimi su citati.

ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI

21.724,44

21.933,13

20.994,34

68,10

-0,44

 

ANALISI TECNICA DAX

DAX - Performance a 5 anni
Fonte: Bloomberg Finance L.P.

 

Il DAX dopo aver infranto l’importante resistenza dei 12.000 punti*, ha testato il ritracciamento di Fibonacci del 61,8% a 12.329 punti*. Il superamento di tale livello di fatto sancirebbe la fine del trend ribassista che ha caratterizzato i corsi nel 2018. In tal caso, target di breve a 12.600 e 13.000 punti*.

ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI

12.313,16

12.146,51

11.616,18

74,04

28,95

 

ANALISI TECNICA BRENT CRUDE OIL


BRENT CRUDE OIL - Performance a 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

 

Fiammata importante del Brent che, dopo aver rotto la resistenza statica collocata a 71,42 dollari*, ha raggiunto la resistenza statica dei 75 dollari*, livello molto importante. Il break aprirebbe ad ulteriori rialzi con resistenza più importante collocata a 80 dollari*. Al ribasso invece primo supporto importante a 70 dollari*, dove risiede anche la MM 200 periodi.

ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI

74,50

73,33

68,23

77,26

-32,48

 

TOP NEWS

Samsung: posticipa il lancio del Galaxy Fold
Il colosso degli smartphone sudcoreano ha deciso di posticipare il lancio del suo Galaxy Fold, previsto per la giornata di venerdì 26 aprile, a seguito delle recensioni negative arrivate da più parti sul cellulare pieghevole che costa ben 1.980 dollari*. La nuova data del lancio del prodotto sarà resa nota nelle prossime settimane.
Pinterest: debutto con i fiocchi a Wall Street
Pinterest, il social network per condividere fotografie, video e immagini ha fatto il suo debutto a Wall Street raggiungendo una valutazione di 16 miliardi di dollari*, sopra le ultime stime che valutavano la società attorno ai 12 miliardi*. Il titolo ha guadagnato il 29%* in un solo giorno, portando le azioni al prezzo di 25 dollari*.

SOTTO LA LENTE: CNH INDUSTRIAL

CNH INDUSTRIAL - Performance a 5 anni
Fonte: Bloomberg Finance L.P.
CNH Industrial ha firmato un accordo di partnership per portare la connettività di ultima generazione nell’agricoltura brasiliana. Il gruppo controllato da Exor ha partecipato alla creazione di ConectarAgro, un consorzio di otto partner dei settori agroalimentare e delle telecomunicazioni, il cui obiettivo è di offrire soluzioni di connettività aperta a tutte le regioni agricole del Brasile. Grazie ai progressi nei macchinari e nella tecnologia, negli ultimi 20 anni l’agricoltura brasiliana ha avuto una crescita significativa che pone il paese tra i leader globali del settore. I 23 analisti che seguono il titolo si dividono in 14 buy, 8 hold e 1 sell. Il target price medio a 12 mesi è pari a 11,50 euro*, che implica un rendimento potenziale del 18,3%* rispetto ai livelli attuali. Il quadro grafico di CNH Industrial rimane positivo con il titolo che dopo aver fallito nuovamente il test dell’area di prezzo dei 10 euro* ha visto qualche presa di profitto. I corsi proseguono ora lungo la trend line rialzista di breve periodo, descritta dai minimi del gennaio e marzo 2019. In tale scenario i livelli da monitorare sono due. Al rialzo un segnale positivo di potenziale prosecuzione del trend sarà al break della fascia di prezzo compresa tra 10 e 10,13 euro* (50% di Fibonacci di tutto il trend ribassista avviato a febbraio 2018). Al ribasso invece un segnale di debolezza sarà al break dei 9,54 euro*, dove si trova il 38,2% di Fibonacci e la trend line rialzista su citata. In caso di break, ribassi verso 9,3 e 9 euro*.

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P., fonti societarie 

CNH INDUSTRIAL - Performance a 1 anno
Fonte: Bloomberg Finance L.P.
ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI

 9,62

 9,87

9,48

56,62

-13,44

 

 

 

NON PERDERTI LA WEEKLY NOTE! PER ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTER, CLICCA QUI

23/07/2019 03.23.45

 

Aggiungi un commento

 

  

 

  

 

* Riempire I campi obbligatori