NASDAQ 100: In attesa del Meeting Fed, i mercati scommettono sul taglio dei tassi

NASDAQ 100: In attesa del Meeting Fed, i mercati scommettono sul taglio dei tassi

martedì 11 giugno 2019

Il Nasdaq 100 non smette di stupire e in questi primi cinque mesi del 2019 si conferma essere il migliore tra i principali indici azionari internazionali con una performance circa del 15%*.

Presa di mira la resistenza a 7.500 punti

Il tema centrale che continua ad orientare le scelte d’investimento degli operatori istituzionali rimane quello delle tensioni commerciali tra USA e Cina. Nelle ultime settimane Trump ha aperto ulteriori fronti contro India e Messico, rendendo più difficile per gli operatori comprendere il possibile esito di questo scontro per l’economia globale. Sullo sfondo persiste la situazione di debolezza europea, mentre gli USA cominciano a manifestare primi segnali di rallentamento, come evidenziato venerdì scorso dai dati sul lavoro pubblicati dall’US Bureau of Labor Statistics. Nel mese di maggio, infatti, sono stati creati 75.000* nuovi posti di lavoro nei settori non agricoli statunitensi, sotto le attese e inferiori rispetto al dato di aprile. Minore rispetto al consensus anche il dato sulla crescita dei salari. Segnali di per sé negativi ma che nelle ultime sedute stanno rinvigorendo il Nasdaq 100, venendo interpretati come una conferma della necessità di una politica più accomodante da parte della Fed. Infatti, i Fed Funds future evidenziano una probabilità solo del 2%* che a fine anno i tassi rimarranno al livello attuale (2,25%-2,50%*), mentre aumenta la schiera di chi punta al doppio taglio. In uno scenario macro ancora incerto a causa dello scontro USA-Cina, le attese per un taglio dei tassi sta generando una reazione positiva sui mercati. In tal senso dunque il prossimo catalyst importante per i mercati sarà il meeting della Fed (18 e 19 giugno), quando Powell potrebbe dare indicazioni utili sul tema.

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P.

 

ANALISI TECNICA

NASDAQ 100 - 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

Il Nasdaq 100 sembra voler archiviare la fase correttiva avviata tra fine aprile e i primi di maggio. I prezzi infatti, dopo aver segnato un minimo importante a 6.936 punti*, hanno invertito direzione con forza guadagnando oltre il 5%* in poche sedute. La struttura del rialzo però necessita di conferma sia in termini di momentum che di volumi. Si evidenzia infatti che su RSI il minimo del 3 giugno ha evidenziato un netto ipervenduto, senza dare divergenza sul minimo precedente (13 maggio). Inoltre, i volumi non stanno accompagnando il rimbalzo. In tale scenario, per confermare la ripartenza, sarà necessario il break con volatilità e volumi di 7.500 punti* e resistenze a 7.691 e 7.851 punti*. A 7.000 punti* invece rimane il supporto fondamentale. Il break di questo con superamento del minimo a 6.936 punti* aprirebbe a ulteriori pressioni ribassiste verso 6.872 e 6.642 punti*.

NASDAQ 100 - 1 anno

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

 

ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI
7.490,51 7.211,78 7.524,24 52,08 97,10

 

 

NON PERDERTI L'IDEA DI INVESTIMENTO! PER ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTER


CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

16/06/2019 23.23.22

 

Aggiungi un commento

 

  

 

  

 

* Riempire I campi obbligatori