TELECOM ITALIA: In arrivo il doppio test dei conti 2019 e del nuovo piano industriale

TELECOM ITALIA: In arrivo il doppio test dei conti 2019 e del nuovo piano industriale

martedì 3 marzo 2020 da FOL

Il coronavirus non scalfisce il titolo

Scarica il PDF dell'Idea di Investimento su Telecom Italia

Le ultime novità sul dossier rete unica hanno in parte limitato su Telecom Italia l’ondata di vendite che si è abbattuta sui listini azionari per l’accelerazione dell’espansione del coronavirus oltre i confini cinesi. Il saldo da inizio anno del titolo è comunque negativo (-10%*), complice un gennaio debole proprio per il timore di una frenata sulla creazione di una rete unica con Open Fiber, società controllata alla pari da Enel e Cassa Depositi e Prestiti. Negativa anche la performance di TIM negli ultimi 12 mesi (-5%*) rispetto al +6%* messo a segno dal FTSE MIB nello stesso periodo.

Telecom è intenzionata ad accelerare sull’integrazione delle reti con Open Fiber facendo leva sulla recente presa di posizione favorevole del ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, dal momento che consentirebbe di chiudere il digital divide che ancora si registra in numerose aree del Paese. Il CdA di Telecom del 27 febbraio ha quindi preso atto positivamente dell’offerta non vincolante presentata dal fondo KKR per affiancare in esclusiva Tim nello sviluppo della rete in fibra. Il private equity potrebbe così mettere le mani su una quota di minoranza della rete secondaria di Telecom che, secondo le indiscrezioni, varrebbe 7 miliardi*. Va naturalmente tenuto conto che la rete stessa è uno di quegli asset strategici per la sicurezza nazionale su cui il Governo può far valere il Golden power. Inoltre, è in arrivo il nuovo piano che, insieme ai conti 2019, sarà al vaglio del CdA il prossimo 10 marzo.

Il consensus degli analisti prevede nel quarto trimestre 2019 ricavi per 4,87 miliardi*, sostanzialmente stabili (+0,3% a/a). L’EBITDA reported è invece atteso in calo del 27% a 1,18 miliardi*. Attualmente, il target price medio è di 0,66 euro per azione* (+29%* rispetto alle quotazioni attuali). Le valutazioni medie sono salite notevolmente negli ultimi mesi (il target pirce medio era 0,62 euro* prima della pubblicazione del 3Q 2019). Quanto alla view, 17 analisti raccomandano il buy, 6 consigliano l’hold e 3 suggeriscono il sell. Sui multipli il titolo appare a sconto. Telecom infatti tratta EV/ EBITDA 2020 a 5,7 volte*, a sconto del 6% sui peer.

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P.

 

ANALISI TECNICA

Telecom Italia - 1 anno

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

Il titolo Telecom sta beneficiando delle attese per il piano industriale e i conti trimestrali, oltreché degli ultimi sviluppi sul dossier rete unica. Prossimo market mover per il titolo il 10 marzo quando il management renderà noto piano e conti. Di fatto, i corsi, anche se in calo, stanno tenendo molto meglio dell’indice di riferimento FTSE MIB nelle ultime sedute, pur tornando su un supporto importante collocato a 0,5 euro. Si segnala però una prima indicazione di debolezza su RSI. L’oscillatore infatti ha infranto la trend rialzista. In caso di rottura di 0,5 euro, si potrebbe conferma della debolezza con primo target a 0,4777 euro. Al rialzo meglio attendere il recupero di 0,5276 euro, per mettere nel mirino 0,55 e 0,58 euro.

Telecom Italia - 5 anni

Fonte: Bloomberg Finance L.P.

ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI
0,49 0,52 0,52   44,36
-55,58%

 

 

NON PERDERTI L'IDEA DI INVESTIMENTO! PER ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTER


CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

31/03/2020 16:18:27

 

Aggiungi un commento

 

  

 

  

 

* Riempire I campi obbligatori