ZUCCHERO: Ritrova l’energia per il rimbalzo

ZUCCHERO: Ritrova l’energia per il rimbalzo

martedì 9 ottobre 2018
Colpo di reni per lo zucchero che rimbalza e torna sopra 12 centesimi per libra. La materia prima infatti dal massimo di ottobre 2016 al minimo fatto segnare a fine settembre 2018 aveva perso oltre il 58%*. Dinamica legata al fatto che il surplus presente a livello globale si sta riassorbendo velocemente.

Rompe con slancio la trend ribassista di lungo

Lo stock to use ratio infatti è atteso al 13,5%* questa stagione (da ottobre 2018 a ottobre 2019), mentre si era attestato al 16,7% nella scorsa. Negli USA il forte calo delle scorte è legato principalmente alla riduzione, da parte degli agricoltori, della produzione di zucchero a vantaggio di altre colture. Decisione legata proprio al tracollo dei prezzi. Discorso simile anche per il Messico dove il ratio è passato dal 21,7%*, al 16,7%* dell’annata in corso. In Brasile invece, che a livello globale è l’operatore di riferimento, lo stock to use ratio dovrebbe passare dal 2,4%* della scorsa annata al 2,5%* di quella attuale. L’indicatore dunque è atteso sostanzialmente stabile. Il basso livello di scorte di questo mercato è legato al fatto che è il produttore più efficiente e che in Brasile c’è fortissima domanda di zucchero anche per la produzione di etanolo come biocarburante. Questo perché col forte rialzo del prezzo del petrolio è tornato conveniente usare l’etanolo per l’autotrazione. Da un punto di vista finanziario è interessante notare la configurazione del COT. I commercial, i produttori che accedono al mercato dei future per copertura, hanno posizioni long nette ingenti. Lo zucchero dunque è per i commercial in una zona di valore, e questo infatti si è riflesso sui prezzi del future.

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P.

 

ANALISI TECNICA


 

ZUCCHERO - 1 anno

Utilizzato con il permesso di Bloomberg Finance L.P.*

Da un punto di vista tecnico lo zucchero evidenzia un quadro piuttosto positivo e sembra proprio aver avviato un’inversione di trend. I primi segnali il future li ha dati con la forte divergenza positiva presente su RSI già a partire dai minimi di aprile ed agosto 2018. Dal minimo a 9,83 centesimi* lo zucchero ha avviato uno slancio rialzista molto forte che in sole tre sedute ha permesso alla commodity di guadagnare circa il 20%*. Il segnale importante però è stato il break il 2 ottobre della trend line ribassista di lungo periodo costruita sui massimi del ottobre 2016 e dicembre 2017 e della media mobile 200 periodi. In tale scenario, la rottura della resistenza a 12,92 centesimi* aprirebbe le porte verso 15 cent* e superiori. Al ribasso invece un ritorno al di sotto degli 11,7 centesimi*, e della trend ribassista sarebbe negativo, con target 10,7 e 10 centesimi.


 

ZUCCHERO - 5 anni

Utilizzato con il permesso di Bloomberg Finance L.P.*

 

ULTIMO PREZZO MEDIA MOBILE 5 GIORNI  MEDIA MOBILE 50 GIORNI  RSI 14 GIORNI  VAR. % 5 ANNI
12,95 12,44 10,81 73,79 61,97

 

NON PERDERTI L'IDEA DI INVESTIMENTO! PER ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTER


CLICCA QUI PER ISCRIVERTI


17/10/2018 14.34.52

 

Aggiungi un commento

 

  

 

  

 

* Riempire I campi obbligatori